Chi Siamo


Lo studio MORO nasce nel 1974 dall’ esperienza decennale di  EZIO MORO che, con grande passione e costanza, prosegue in Italia l’attività di tassidermia già iniziata all’estero nel 1957.
La voglia di migliorare e di raggiungere sempre nuovi traguardi conduce Ezio Moro negli Stati Uniti dove, nel tempo, ha la possibilità di seguire numerosi seminari di aggiornamento e di entrare in contatto con diversi professionisti che gli permettono di acquisire le più innovative teniche di lavorazione per la tassidermia.

Dal 1990 anche il figlio PAOLO, che dal padre ha ereditato la passione per l’ arte della tassidermia, entra a far parte dell’ attività. Diplomatosi in chimica industriale nel 1987, segue le orme paterne aggiornandosi costantemente negli Stati Uniti, in particolare per quanto riguarda i procedimenti per la preparazione e la concia delle pelli per tassidermia, e si mantiene al passo con il gusto, le nuove metodologie e le più recenti tecniche di lavorazione, sempre utilizzando i migliori prodotti disponibili sul mercato.
Paolo Moro è iscritto al Safari Club International ed è misuratore ufficiale S.C.I e Rowland Ward.

Il laboratorio



La soddisfazione del cliente è il punto focale dell’ attività del laboratorio artigianale annesso allo studio, dove la ricerca di nuove realizzazioni è costante: qui ogni singolo diorama con scene di vita animale e qualunque altro tipo di preparazione vengono realizzati interamente in modo manuale e unico.

Grazie agli accurati procedimenti di lavorazione, le pelli preparate nel  laboratorio risultano vaporose, lucide, prive di qualunque odore e seguono con precisione i dettagli del modello, che viene studiato appositamente per ogni singola preparazione.

Oltre al laboratorio, la sede dello studio comprende un magazzino  per  lo  stoccaggio  di pelli  e trofei e un’ area espositiva dove è possibile visionare, insieme ad un vasto campionario, gli esemplari ultimati pronti per la consegna: questo permette di studiare con il cliente personalizzazioni per una corretta ambientazione, e al tempo stesso rende apprezzabile il grado di qualità delle preparazioni, unitamente  alle  reali  dimensioni di ingombro finale.

Le realizzazioni del laboratorio, in grado di soddisfare le più diverse esigenze del cliente, compredono:

– naturalizzazioni per musei, associazioni e collezioni private
– classica preparazione dei trofei in bianco su scudi in legno
– preparazione alla spalla e a tappeto
– preparazioni intere
– composizioni di più esemplari con diorama
– montaggio di zanne (elefante, ippopotamo, facocero, cinghiale) con
diverse tipologie di finitura personalizzata, in metallo o in legno
– oggettistica di vario tipo, realizzata su disegno e richiesta personalizzata del cliente


Per tutte le preparazioni eseguite viene garantito  l’ utilizzo di antitarmico molecolare
che assicura un’ ottima resistenza all’ attacco dei parassiti:  la scelta di appositi polimeri e resine
conferisce  alle  pelli  al  tempo  stesso  
elasticità,  leggerezza  e  durata nel tempo.

Descrizione scuoiatura

Preambolo

Incidere   la   pelle  dal  punto  A  in
mezzo alle orecchie fino al punto B

  • Incidere la pelle dal punto B

  fino al punto  C  lungo tutta
la circonferenza del corpo.

  • Rivoltare la pelle verso la testa

   e troncare il collo al punto  .

  • Lavare accuratamente con acqua eventuali

tracce di sangue o altro sul pelo
e congelare il più presto possibile.

Ricordiamo che una volta iniziato,
il processo di decomposizione
non sarà più reversibile
e nessun successivo trattamento
potrà risolvere la situazione della pelle.

Cura delle pelli


Subito dopo la scuoiatura è indispensabile rimuovere dalla pelle la carne e il grasso in eccedenza, dopodichè si potrà proseguire nella preparazione attraverso uno dei seguenti trattamenti :

CONGELAMENTO

E’ la procedura piu’ semplice se si hanno a disposizione un congelatore e tempo a sufficienza per consegnare al laboratorio la pelle ancora congelata.
Questo è il procedimento di solito utilizzato per trofei cacciati nelle vicinanze della propria abitazione.


SALATURA

E’ un metodo piu’ complicato del precedente in quanto, mentre per il congelamento non e’ necessario scuoiare la parte del muso dell’animale, volendo eseguire la salatura sarà necessario rimuovere con cautela la pelle dal muso, rovesciare le orecchie e aprire la fessura all’ interno delle labbra.
La pelle andrà quindi ricoperta completamente di sale (meglio se sale fino) e dovrà essere lasciata così a riposo per una notte in un luogo fresco: per osmosi l’ acqua contenuta nelle fibre verrà rilasciata e il sale penetrerà nei pori della pelle.
Prima che la pelle possa essere trasportata a destinazione, sarà necessario cambiare il sale sul posto almeno una volta, al fine di consentire il corretto essicamento.

Nei viaggi di caccia organizzati solitamente viene praticata la salatura in abbinamento ad un trattamento con opportune polveri antiparassitarie: questo al fine di garantire lo stoccaggio delle pelli anche per diversi mesi, prima che la spedizione possa giungere a destinazione.   

Spedizioni

TAGS TROFEI

La maggior parte delle compagnie di caccia internazionali richiede ai cacciatori delle targhette plastificate e forate da poter applicare sulle pelli e sui trofei degli esemplari catturati: ogni targhetta deve riportare sul fronte le informazioni relative al cacciatore, e sul retro i dati relativi allo sdoganatore e al tassidermista.
Comunicando al nostro laboratorio i vostri dati, provvederemo a fornirvi le targhette nella quantità necessaria.

DOGANA


Prima di partire per un viaggio venatorio vi consigliamo sempre di interpellare il vostro sdoganatore di fiducia che vi illustrerà, in base alla lista degli animali prevista, la necessaria documentazione relativa all’ importazione. In caso di dubbi, contattateci: saremo lieti di fornirvi i recapiti degli operatori più qualificati del settore, che saranno in grado di prestare un servizio completo di importazione, sdoganamento e consegna dei vostri trofei.   

Documenti necessari

Come richiesto dalla legge nazionale e provinciale, abbiamo l’ obbligo di elencare su apposito registro, e comunicare alla provincia,  esemplari appartenenti a specie protette in Lombardia, e tutte le specie esotiche.
Prima della consegna, a queste preparazioni vengono applicate delle etichette che riportano i riferimenti del registro, che dovranno sempre accompagnare la preparazione.

Il laboratorio non può ricevere in nessun caso esemplari senza i relativi documenti giustificativi.

Per quanto riguarda le specie protette in Lombardia, la legge quadro nazionale e’ la legge n.157 dell’ 11 Febbraio 1992 (legge sulla caccia), regolamentata dalla legge regionale n.42 del 19/08/1986 art .3
con successive modifiche, L.R  n.26 del 13/05/1988 e L.R. n.26 del 16/08/1995 art. 11.
Come documento riconosciuto, in questi casi occorrerà un permesso che viene rilasciato dall’ Amministrazione Provinciale ( ufficio Caccia e Pesca ) che controlla e tutela la flora e la fauna sul territorio di proprieta’ dello stato.
E’ indispensabile avere un regolare certificato per le specie protette in Lombardia, rinvenute morte su strade o nei boschi ( ovviamente per cause accidentali ) nei periodi di caccia, e per tutte le specie animali rinvenute morte in periodo di caccia chiusa.
L’elenco delle specie e’ compilato dall’amministrazione provinciale annualmente: in caso di dubbi contattateci e saremo lieti di fornirvi eventuali chiarimenti.

Per quanto riguarda tutte le specie esotiche presenti – e non – sul nostro territorio nazionale, occorrerà invece una regolare procedura di sdoganamento con certificato veterinario e, a seconda delle specie, la relativa certificazione CITES.

Certificato Veterinario:
I controlli veterinari sull’importazione dei trofei di caccia sono normati dal Regolamento Comunitario n. 142/2011 (in applicazione dal 4 marzo 2011). Le spedizioni dei trofei di caccia provenienti da territori extra U.E. che non abbiano subito un trattamento di tassidermia completo devono pervenire scortate da un certificato veterinario conforme a quello stabilito dalla legge: il controllo veterinario viene effettuato nel primo punto di ingresso della UE, a prescindere dallo Stato di destinazione.
Il certificato veterinario estero è ritenuto valido solo se il processo della cosiddetta “prima preparazione” (“Dip & Pack”) è stato effettuato da parte di un operatore autorizzato nel proprio paese, inserito negli elenchi del sistema TRACES della Comunità Europea.
Per approfondimenti potrete fare riferimento al seguente indirizzo internet: https://webgate.ec.europa.eu/sanco/traces/output/non_eu_listsPerCountry_en.htm#

Certificato CITES :

Ogni volta che vi recate a caccia in uno stato estero ( extra U.E. ) dovete ricordare che ci sono delle specie animali particolarmente tutelate secondo le direttive CITES.
La CITES (the Convention on International Trade in Endangered Species of Wild Fauna and Flora – Convenzione sul commercio internazionale delle specie di fauna e flora selvatiche) è un accordo internazionale tra governi. L’obiettivo dell’accordo è quello di garantire che il commercio internazionale di esemplari di animali e piante selvatiche non minacci la loro sopravvivenza.
In Italia l’attuazione della Convenzione e’ stata ratificata con la Legge n. 874 del 19/12/1975. Fino ad allora  la cattura e lo sfruttamento commerciale non erano tutelate, e insieme alla distruzione degli ambienti naturali (deforestizzazione, urbanizzazione e coltivazioni intensive) hanno contribuito all’ estinzione o rarefazione in natura di numerose specie. Essa é attualmente applicata da 176 Stati.
Il Trattato prevede tre Appendici, nelle quali sono elencate tutte le specie sottoposte a regolamentazione.
Nell’ Appendice I sono elencate le specie minacciate, circa mille, il cui commercio è vietato a livello internazionale e la loro utilizzazione può essere consentita solo per circostanze eccezionali;
L’ Appendice II e III riportano invece le specie controllate, quasi diecimila, il cui commercio deve essere compatibile con la sopravvivenza delle stesse in natura.
Se si deve importare una specie inclusa nell’appendice I della convezione di Washington occorre ottenere dal Ministero per lo Sviluppo Economico la licenza di importazione Cites.
In ambito comunitario la licenza rilasciata da uno dei Paesi UE è valida per tutta la Comunità.

Per saperne di piu’ visitate il sito del Corpo Forestale dello Stato.

Camosci ( Rupicapra rupicapra )

Leoni ( Panthera Leo )

Leopardi ( Panthera pardus )

Servizi

Su richiesta del cliente la nostra ditta è in grado di soddisfare i seguenti servizi :



Consegna   a  domicilio  dei  vostri  trofei  :  consegne  dedicate  in  tutta
Italia, senza necessità di imballi, casse o scatole specifiche.

Restauro   di trofei danneggiati e di intere collezioni.  


Misurazione trofei    e rilascio schede ufficiali secondo i metodi di misurazione
S.C.I.  ( Safari  Club  International )   e   Rowland  Ward.   

Eventi


La prima volta che un giornale ha parlato di noi è stata nel lontano 1968 e da allora siamo puntualmente presenti su riviste di settore con articoli ed inserti.
Oggi il nostro studio partecipa a tutti gli eventi di maggior rilievo settoriale: la prima manifestazione a cui abbiamo presenziato e’ stata in occasione della fiera delle armi e accessori a Brescia 
EXA 1984; da allora siamo regolarmente presenti in tutte le edizioni di questa manifestazione, anche in collaborazione con altri espositori.
Le nostre realizzazioni sono esposte anche in altri contesti di grande rilievo: di seguito solo le immagini di alcuni eventi.

Clicca qui per aggiungere il proprio testo

Clicca qui per aggiungere il proprio testo

Clicca qui per aggiungere il proprio testo