Georeferenziare - GiRoVagando - passeggiate in montagna

Vai ai contenuti

Menu principale:

Georeferenziare

PC e programmi > OkMap > Mappe

Le Mappe  -  come georeferenziare una mappa

Ho già trattato questo argomento parlando di OziExplorer, ma direi importante descriverlo anche in OkMap anche se le procedure sono molto simili.
Cosa significa georeferenziare?  Avendo una mappa o meglio un file grafico (JPG,PNG,…) che contiene una mappa (per fare un esempio semplice, passare allo scanner una porzione di una mappa cartacea), devo associare a dei punti delle coordinate, questa operazione di associare dei punti sul’ immagine a delle coordinate geografiche si chiama appunto georeferenziazione.
Nel caso ideale se riesco a trovare quattro punti di coordinate note ai quattro lati dell’ immagine con la cartina, il programma sarà in grado di calcolare le coordinate di qualsiasi punto su quella immagine.
Ecco che in questo modo abbiamo trasformato una immagine grafica (come una foto, un’immagine da scanner) in una vera cartina topografica con le sue coordinate.

Ma dove trovo le coordinate di quattro punti, e quali punti scegliere?

Due modi possibili:
Se la carta possiede un reticolo metrico, potrò utilizzare le coordinate metriche che sono in genere riportate ai bordi della nostra mappa. Le coordinate metriche vanno inserite nel box coordinate dopo aver selezionato la linguetta “Alt” (coordinate metriche alternative). Tutto ciò dopo aver impostato il setup della mappa (v. oltre). Questo è il metodo migliore per georeferenziare la nostra mappa perché le coordinate sono precise al metro (finiscono sempre con “000”), sono immediatamente disponibili ed i punti possono essere disegnati sugli incroci in modo molto preciso.
Nella prossima sezione (modificare i parametri di una mappa), vediamo come visualizzare e modificare il reticolo.

Se la cartina non ha il reticolo metrico, c’e’ una seconda maniera:
Consiglio di trovare almeno 4 punti, nei 4 angoli, meglio se aggiungo due punti al centro, quindi 6 o 8 punti in totale, ma 4 sono già sufficienti.
Devo trovare qualcosa di facilmente identificabile più vicino possibile ai 4 angoli: una vetta, un ponte, una casa, un incrocio.
Dove trovo le coordinate dei punti da georeferenziare?
La soluzione migliore è … sul posto, ma non sempre è possibile.
Si possono rilevare da altri programmi, cercando la risoluzione (quindi la scala) migliore possibile.
Ottimi sono il portale geografico nazionale e le CTR-IGM, cioè le carte regionali o militari.
Altra possibilità è trovare dei waypoint da altre escursioni  sempre attorno agli angoli della cartina, come ultima possibilità ricavate le coordinate da Google-Earth.
In questo caso, è necessario convertire i punti di GE (GoogleEarth) dal datum WGS84 al datatum della mappa (cercare sempre nella legenda della mappa le indicazioni del datum).
Per convertire le coordinate, possiamo usare la funzione specifica di okmap:

Utilità -> Conversione coordinate
inserite le coordinate e convertitele nel datum desiderato,




La risoluzione non è delle migliori, ma se proprio non trovate altri punti, aprite Google-Earth nella zona di interesse, cerchiamo 4 punti facilmente identificabili sia su GE che sulla cartina da referenziare, creo 4 “segnalibri” in GE, li salvo e li uso come waypoint per OkMap.
Di seguito in breve le operazioni su OkMap, ma trovate un ottimo video dell’ autore su youtube
Apriamo OkMap, e carichiamo il file grafico (attenzione non è una mappa, per ora è solo un’immagine)
File -> Mappa Raster
Andiamo in Setup Mappa e inseriamo una descrizione, quindi Success.>
Inseriamo proiezioni e datum (se usiamo lo scanner di una cartina troviamo questi dati scritti da qualche parte nella legenda), quindi OK.
Facciamo uno zoom sull’ angolo dove posso piazzare un punto di georeferenziazione.
Per una maggiore precisione posso usare la lentina (Visualizza –> Lente).

Con l’ immagine pronta per il primo punto, faccio click sull’ icona     
  (Nuovo punto Georeferenziazione)
Inserisco le coordinate conosciute, facendo attenzione all’ unità di misura (Gradi/GMM/GMM/Radianti(UTM/…) e latitudine e longitudine.
Meglio di ogni altra cosa è avere a disposizione i waypoint dei punti, caricarli prima
File -> Carica ->  Waypoint,rotte,tracce (multi)
Dopo aver creato il punto, a destra click su Sel. Waypoint scelgo dalla lista il waypoint da usare.
Ripeto l’ operazione nei quattro angoli e al centro se la cartina è particolarmente grande (in generale i 4 punti sono sufficienti), infine su Conferma per chiudere l’ operazione di georeferenziazione.
Salvate subito la mappa.
Potete sempre modificare i parametri di setup della mappa, ed anche i punti di georeferenziazione, dal menù
File -> Modifica ->  Parametri di setup mappa    (vedi il prossimo capitolo)

Torna ai contenuti | Torna al menu